Finestre nuove a metà prezzo? Da oggi è possibile con la cessione del credito!

Finestre nuove a metà prezzo? Da oggi è possibile con la cessione del credito!

L’art.121 del Decreto Rilancio ha stabilito la possibilità di cedere il proprio credito fiscale generato dall’acquisto di alcune tipologie di serramento anziché usufruire della detrazione fiscale “standard”.

Cosa significa? Vuol dire che oggi hai due possibilità:

  • Detrarre il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di serramenti in 10 quote annuali di pari importo.

OPPURE

  • Cedere il credito generato dalla suddetta detrazione fiscale al fornitore dei serramenti e ricevere in cambio uno sconto diretto in fattura pari al 50%!

Per quale motivo la seconda opzione potrebbe risultare vantaggiosa? 

  • Perché la detrazione fiscale “tradizionale” va ad abbassare la quota di tasse che si versano ogni anno (successivamente alla dichiarazione dei redditi) e non tutti hanno sufficiente capienza fiscale per poterne usufruire al 100%. 

  • Perché ad oggi esistono moltissime detrazioni fiscali alle quali è possibile accedere quando si è in fase di ristrutturazione: Bonus casa, Ecobonus, Bonus sicurezza, Bonus mobili, etc. e capita spesso di perdere parte del credito generato perché la quota detraibile risulta essere ben al di sopra della propria capienza fiscale. 

  • Perché la quota di detrazione non fruita è persa per sempre

  • Perché non tutti hanno la certezza di avere la stessa capienza fiscale per i prossimi 10 anni (purtroppo esiste la possibilità di perdere il lavoro). 

  • Perché lo sconto in fattura ti da la possibilità di poter sfruttare subito l’importo risparmiato e destinarlo ad altre spese. 

  • Perché Monno Serramenti si occuperà di TUTTO il processo e tu non dovrai preoccuparti assolutamente di niente! 

Come funziona?

I passaggi per portare a termine questa pratica non sono pochi ed il rischio di sbagliare è abbastanza alto, soprattutto se non si conosce l’argomento! E’ per questo che abbiamo dedicato una persona del nostro Team a questo progetto; faremo tutto noi al posto tuo, attivando tutte le procedure del caso: dalla creazione delle credenziali per accedere al cassetto fiscale (se non ne sei in possesso) all’invio dei moduli all’Agenzia delle Entrate fino anche alla realizzazione della pratica Enea oltre che tutti gli altri adempimenti previsti. 

Per quali prodotti è possibile usufruire dello sconto in fattura?

  • FINESTRE e PORTE BLINDATE – Purché rispettino i valori di trasmittanza termica imposti dalla normativa (tutti i nostri serramenti, già nella versione di base, rispettano tali requisiti).

  • AVVOLGIBILI – Purché la loro installazione determini un risparmio annuo di energia primaria non rinnovabile ossia tali avvolgibili, nel caso di sostituzione, dovranno essere più performanti rispetto ai precedenti e dovranno quindi avere un maggior valore della resistenza termica supplementare, in modo da far conseguire il risparmio energetico previsto dalla norma.  

  • TENDE DA SOLE e PERGOLE – Solo se esposte a sud, sud-est, sud-ovest e siano a protezione di una superficie vetrata (ossia installate in appoggio ad una parete che abbia una finestra o portafinestra). 

  • PORTE INTERNE – In questo caso è indispensabile l’apertura di una SCIA o CILA. Inoltre devono variare le dimensioni originarie delle porte. 

  • GRATE, PERSIANE BLINDATE, PERSIANE IN ALLUMINIO, BANDONI GARAGE e ZANZARIERE – Anche in questo caso è indispensabile l’apertura di una SCIA o CILA. 

Come pagare la quota parte rimanente a tuo carico?

Con la nostra formula di finanziamento in 20 mesi a Tasso 0 potrai dilazionare il pagamento della quota parte a te spettante in 20 rate di pari importo a TASSO ZERO. Il TASSO ZERO quello vero! Senza interessi e senza spese di istruttoria (salvo approvazione della finanziaria). 

È tutto troppo bello… dov’è il trabocchetto?

Incredibile ma vero, NON C’È NESSUNA SORPRESA NASCOSTA! Questa È UN’OPPORTUNITÀ DA COGLIERE AL VOLO E SENZA PERDERE TEMPO. Anche PERCHÉ L’OPZIONE DELLO SCONTO IN FATTURA È VALIDO FINO AL 31/12/2021 ed è subordinato al plafond di cui la nostra ditta dispone. 

Quali documenti servono per procedere?

Per lo sconto in fattura ne servono solo 5:

  1. Carta d’identità fronte/retro (a colori)
  2. Tessera sanitaria fronte/retro (a colori)
  3. Libretto della caldaia (in caso di Ecobonus)
  4. Credenziali cassetto fiscale (se non ne sei in possesso ti aiuteremo noi nella creazione del tuo SPID).
  5. Visura catastale dell’immobile oggetto dell’intervento (se non ne sei in possesso sappi che con le credenziali SPID potrai scaricarla direttamente dal sito AdE, ti aiuteremo anche in questo passaggio!)

Per il finanziamento dovrai aggiungere solo la busta paga (per lavoratori dipendenti), Unico PF (per lavoratori autonomi), cedolino della pensione (per i pensionati). 

Il servizio è il nostro valore aggiunto

Crediamo fortemente che il servizio è ciò che contraddistingue un’azienda, noi lo abbiamo sempre considerato il nostro valore aggiunto, ed anche in questo caso abbiamo deciso di agevolare i nostri clienti sobbarcandoci di tutti gli adempimenti burocratici necessari per usufruire della cessione del credito. CONTATTACI PER RICHIEDERE UN PREVENTIVO GRATUITO.

 

 

I nostri Partners